tunnel carpale

Il tunnel carpale è un canale osseo e legamentoso dove passano tendini flessori della mano e il nervo mediano che ha funzione motoria e sensitiva. La compressione del nervo mediano crea la sindrome del tunnel carpale.

Cause e sintomi
Le cause del tunnel carpale possono essere molteplici come fattori metabolici, artrite reumatoide, diabete, gravidanza, fattori biomeccanici del polso, questa sindrome è più frequente nelle donne.
Tra i sintomi più comuni vi sono la disfunzione della sensibilità, formicolii delle falangi, torpore e dolore.

Trattamenti osteopatici e fisioterapici
Il trattamento del tunnel carpale può richiedere un approccio multidisciplinare che includa sia l’osteopatia che la fisioterapia dove si può ottenere buoni risultati.

L’osteopatia può offrire un approccio completo e personalizzato per trattare il tunnel carpale. Gli osteopati utilizzano tecniche manuali per rilasciare tensioni e blocchi nelle articolazioni, nei muscoli e nei tessuti connettivi che possono contribuire alla compressione del nervo mediano. Questo aiuta a ripristinare l’equilibrio biomeccanico e a ridurre la pressione sul nervo, alleviando così i sintomi associati al tunnel carpale.

La fisioterapia, invece, può essere fondamentale nel processo di riabilitazione. Gli esperti fisioterapisti possono prescrivere esercizi mirati per la decompressione, riducendo così il carico sul nervo mediano. Inoltre, l’uso di tecniche di terapia manuale, come il massaggio e lo stretching, possono contribuire a far regredire i sintomi associati al tunnel carpale.

Conclusioni
Il trattamento del tunnel carpale richiede un approccio integrato che tenga conto delle cause sottostanti e dei sintomi manifestati. L’osteopatia e la fisioterapia offrono soluzioni complementari per alleviare i sintomi, migliorare la funzionalità e favorire il recupero del paziente. Sebbene i tempi di recupero possano variare da persona a persona, è importante iniziare il trattamento il prima possibile per prevenire il peggioramento dei sintomi e favorire una rapida ripresa delle normali attività quotidiane. Consultare sempre un professionista sanitario qualificato per una valutazione accurata e un piano di trattamento personalizzato. In molti casi il tunnel carpale può necessitare di intervento chirurgico.

Post recenti
epicondilite e epitrocleiteprotrusione discale vertebrale